Home page > Controlli | > Modalità di autorizzazione |

Modalità di autorizzazione

(Del.G.R. 664/01 - D.D. 661/02)

Gli Organismi di Controllo interessati a ricevere l'autorizzazione da parte della Regione Toscana devono presentare domanda, redatta in carta legale, sull' apposito modulo e inviarla a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento a: REGIONE TOSCANA, Direzione Generale dello Sviluppo Economico, via di Novoli 26, 50127 Firenze. Le domande possono essere presentate dal 1 al 31 gennaio di ogni anno ed entro 60 giorni dalla pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Toscana di nuovi disciplinari o della modifica sostanziale di disciplinari già in vigore. Le domande devono essere complete di tutta la documentazione richiesta, altrimenti non saranno prese in considerazione. Fra i documenti richiesti, il Regolamento tecnico e il Piano di Controllo devono ricomprendere almeno i contenuti minimi indicati nell'allegato al modulo di domanda.

Entro 30 giorni dal ricevimento, la domanda viene trasmessa alla Commissione Tecnica di Valutazione (CTV), che ha 90 giorni per verificarne la conformità dei contenuti. La CTV è composta da un dirigente della Regione Toscana che ne è il coordinatore dei lavori, un funzionario della Regione Toscana avente funzione di segretario, due funzionari dell'ARSIA, un funzionario dell'ARPAT e un funzionario nominato dall'Istituto zooprofilattico sperimentale delle regioni Lazio e Toscana.

Il rilascio dell'autorizzazione avviene con Decreto dirigenziale del Dirigente competente della Direzione Generale dello Sviluppo Economico, una volta acquisito il Verbale di Istruttoria della Commissione Tecnica di Valutazione corredato da tutta la documentazione prodotta. Una volta pubblicato il decreto, l'Organismo di Controllo viene inserito, a cura del competente ufficio, nell'elenco degli Organismi di Controllo autorizzati.

L'autorizzazione all'esercizio dell'attività di controllo sui concessionari è valida 4 anni dalla data di pubblicazione del Decreto. Durante questo periodo tutti gli Organismi di Controllo autorizzati sono sottoposti a ispezioni, svolte dall'ARSIA, finalizzate a verificarne il mantenimento dei requisiti e l'adempimento degli obblighi previsti.

Qualora vengano predisposti nuovi Disciplinari di Produzione o siano apportate modifiche sostanziali ai Disciplinari già in vigore, ogni Organismo di Controllo iscritto all'elenco può richiedere con un nuovo modulo la modifica dell'autorizzazione. In questo caso le domande saranno presentate entro 60 giorni dalla pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Toscana dei nuovi disciplinari o delle modifiche sostanziali dei disciplinari già in vigore nonché dal 1 al 31 gennaio e dal 1 al 30 giugno di ogni anno di validità dell'autorizzazione.

L'autorizzazione ha una validità di 4 anni. L'Organismo di Controllo può presentare una nuova domanda di rinnovo con le modalità descritte in precedenza o inviare una dichiarazione in carta legale del legale rappresentante che non sono variate le condizioni che hanno determinato l'autorizzazione.

Qualora si rendano necessarie o si verifichino sostanziali modifiche ai requisiti, all'assetto o all'organizzazione dell'Organismo di Controllo, questo è tenuto a darne immediata comunicazione alla Regione Toscana.

Ricevuta la domanda di rinnovo o le comunicazioni di modifica, entro 30 giorni dal ricevimento la Commissione Tecnica di Valutazione avvia la fase istruttoria.

L'ufficio competente del Direzione Generale dello Sviluppo Economico tiene ed aggiorna l'elenco degli Organismi di Controllo autorizzati.

 
 
19 settembre 2014

Network Sviluppo Rurale